Arte/Blogroll

Tra i dintorni del Jazz

emilianoOggi posto un po’ di musica. Cercando i dintorni del jazz in Italia. Dintorni  appunto. Luoghi circostanti, una specie di periferia d’un genere, di uno stile, che se ne sta spesso distante da quei centri che s’intasano di ingorghi che occludono la mente, allontanando qualsiasi approccio d’ascolto che non rimandi a ritmi prestabiliti o peggio, a un etichetta, a personaggi che credono d’aver raggiunto apici inimmaginabili a loro stessi, spesso soffocati da un ego nauseante, che li affoga dentro. Voglio parlare di un amico. Un caro amico. E voglio parlarne poco, perché al contrario, vorrei semplicemente che lo ascoltaste. Perché? Perché la musica usa un altro linguaggio, non di parole, fatto di note che dietro hanno ben altro, come dice Emiliano, qualcosa che anche se spesso per poterla mettere in pratica “affatica e ti allontana da essa la carica di significati e di passione”. Nel suo spazio musicale troverete tre brani frutto di una sperimentazione sui Beatles, per cercare di entrarci dentro riarrangiando anche la passionalità di una band storica, e un “very short story”, sua composizione tra tante e parte di un progetto, con Andrea Taravelli al basso elettrico e Lele Barbieri alla batteria. Non aggiungo altro. Sarebbe solo superfluo. Buon ascolto per chi ne abbia voglia…

Emiliano Invidia


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...