cronica_news dal futuro

Nuovo scheletro contro la Narcotica fulmineis

L'Eso Skeleton 9001 di Jo Vanni

Londra – Lo scienziato italo-inglese Jo Vanni ha presentato ieri sera al Brutal Center il suo Eso Skeleton 9001. Rispetto alle precedenti versioni il nuovo ha implementato un dispositivo in grado di attivarsi qualche secondo prima che il sensore impiantato nell’encefalo avverta la nostra perdita di coscienza. «È un miracolo» ha affermato Dunkan Mcfee, premio nobel l’anno scorso per la sua sensazionale scoperta sulle narcocellule impazzite in biomedicina. «Finalmente – ha continuato lo studioso – grazie al congegno di Vanni potremo salvare migliaia, anzi, milioni di vite umane». Da quel lontano febbraio del 2016, precisamente da quando l’epidemia definita “Narcotica fulmineis” dall’Organizzazione mondiale della sanità ha iniziato a mietere vittime. Lo stesso premier inglese Jeff Gold, intervistato dalla TVV ricorda così quei momenti: «Ero a Times Square con mia moglie e le mie figlie Jennyfer e Tina. È ancora tutto così nitido nella mia mente. Davanti ai miei occhi centinaia di corpi si sono addormentati di colpo e accasciati come carne molle senz’ossa. È stato orripilante. La maggior parte morirono sul colpo schiantandosi su marciapiedi, strade. Ricordo teste spaccate, e sangue. Tanto sangue. Fu orribile, orribile, una piazza diventata una fiumana rossa in poco meno di 5 minuti». Finora l’epidemia che fa cadere nel sonno più profondo chi ne è colpito secondo i dati del Ministero della salute a fatto 3 milioni di vittime solo in Inghilterra. Da oggi, grazie a Eso 9001, forse il male verrà debellato definitivamente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...